Introdurre in azienda un nuovo Software

Un nuovo Gestionale della Produzione o un nuovo CAD o un nuovo CAM: quali sono le aspettative e i dubbi.

Certamente questa domanda assilla molti imprenditori.

Iniziano i dubbi, le preoccupazioni…. E se sbagliamo la scelta?
“Rischiamo il blocco dell’azienda”, “Bisogna forzare gli utenti a nuova formazione”, “Personalizzazioni da rifare”, ecc…

nuovo software in azienda

Quanto basta per lasciar cadere l’idea e andare a prendersi un caffè… Però, mentre si sorseggia il caffè, il pensiero ritorna: vorrei mettere fine a tutta una serie di inefficienze, se tutte le procedure fossero collegate, se potessi avere i dati in tempo reale, se i SW fossero più moderni e intuitivi potrebbero utilizzarli più persone, insomma tutto funzionerebbe meglio…

Veramente un cambio del software può rendere più efficiente una azienda?

Tornati nella propria postazione di lavoro gli incubi tornano: chi me lo fa fare di cambiare? Ne sono proprio sicuro? Perché buttare l’investimento fatto in anni e anni di tribolazioni e arrabbiature?
Se sei su questa pagina e stai per leggere queste righe significa che la risposta è SI, vuoi ricominciare perché è necessario al tuo business.

L’ultima volta che hai affrontato l’argomento e che hai fatto la scelta giusta risale sicuramente a più di un lustro fa, questo è il ciclo di vita medio di un software.

La necessità di sostituire un programma gestionale della produzione, un CAM oppure un CAD, è normalmente determinata dalla velocità con cui questi software possono supportare il programma strategico di un’azienda, soddisfare le sue aspettative di crescita, oppure per snellire e semplificare i processi.

Si può fare senza causare traumi e perdite di produttività?

Cambiare software dunque si può e si deve fare, anzi, per esperienza dico che è necessario e che le motivazioni che spingono al cambiamento sono sempre corrette e giustificano l’investimento, anche se si stratta di un’attività complessa e molto sfidante soprattutto per i tuoi collaboratori.

Lo so, può sembrare strano, quante volte mi sono sentito dire anche io “era meglio quello di prima”, nelle prime settimane d’uso del nuovo programma può accadere, siamo reticenti al cambiamento se questo ci costringe ad uscire dalla nostra zona di confort, fortunatamente il tempo aiuta, ci si abitua, si comincia ad apprezzare, sempre di più fino a quando il “era meglio prima” diventa “si, prima era impossibile fare”.

Cambiare si può e si deve fare, mi torna alla mente una massima che non ricordo chi me la disse: se fai le stesse cose nello stesso modo il risultato non cambia, ovvio che se fai cose diverse e in modi diversi ti puoi aspettare risultati diversi, sei una persona intelligente e sicuramente troverai modo di ottenere risultati migliori.

CONTATTAMI